7 novembre – Nicola Sturgeon

Posted by

 

3193.jpg
foto via Theguardian.com

 

«Il fatto è semplice, per molti decenni i parlamentari hanno riconosciuto o per lo meno accettato leggi che noi adesso riconosciamo come ingiuste. Perciò, oggi, io, in qualità di Primo Ministro, categoricamente, inequivocabilmente e profondamente, chiedo perdono per queste leggi e per le ferite e i danni che hanno provocato a molti. Non c’è nulla che questo parlamento possa fare per cancellare quelle ingiustizie, ma mi auguro che questa apoliga, assieme a una nuova legislazione, possa essere di conforto a coloro che hanno sopportato le ingiustizie»

Quest’oggi la prima ministra scozzese, Nicola Sturgeon, ha chiesto scusa alle vittime delle leggi che discriminavano gli omosessuali. Ha introdotto, infatti, un progetto di legge che dà la grazia a tutti coloro che sono stati accusati sulla base di tali leggi. Con ciò, gli uomini potranno chiedere di cancellare dalla loro fedina questo genere di reati.

In Scozia, le leggi che probivano i rapporti omosessuali maschili (non c’era regolamentazione su quelli femminili) sono state abolite soltanto nel 1981, quattordici anni dopo rispetto all’Inghilterra e alla Scozia. Tuttavia, fino 2001, l’età del consenso per gli omosessuali (ventun’anni, resi diciotto, dal 1994) era diversa da quella fissata per gli eterosessuali (sedici anni).

Con questo nuovo disegno di legge, la Scozia prosegue il percorso già avviato dall’Inghilterra e dal Galles, dove da inizio anno sono stati approvati decreti simili. Si stima che siano 50 mila gli uomini che stati ritenuti colpevoli, di cui 15 mila sono tutt’ora in vita.

 

 

 

Rispondi