11 maggio – Andrew McCabe

Posted by
1980323_1280x720
foto via Abc7.com

“Nutro la massima stima nei confronti del direttore Comey per le sue notevoli capacità e per la sua integrità. Lavorare con lui è stato il più grande onore della mia vita professionale. Ha avuto un ampio sostegno all’interno dell’FBI e continua ad averlo”

Andrew McCabe

Il nuovo capo provvisorio dell’FBI, Andrew McCabe, ha garantito che James Comey, il direttore dell’agenzia licenziato due giorni fa dal presidente Donald Trump, godeva di ampio sostegno tra i membri dell’FBI. McCabe, che ha assunto il ruolo di capo facente funzioni in seguito all’improvviso licenziamento di Comey, ha parlato oggi al Senato durante un’audizione del Comitato per l’intelligence, l’organismo che sovrintende le attività d’intelligence delle agenzie governative: le sue affermazioni contraddicono quando sostenuto ieri dalla Casa Bianca a proposito dell’impopolarità di Comey all’interno del Federal Bureau. “Gli agenti dell’FBI avevano perso fiducia nel loro direttore”, aveva spiegato ieri alla stampa Sarah Huckabee Sanders, vice capo dell’ufficio stampa della Casa Bianca.

Il licenziamento di James Comey è stato improvviso e inaspettato. Lo stesso Comey ne è venuto a conoscenza martedì sera attraverso i notiziari televisivi, mentre si trovava in California. La scelta di Donald Trump è stata da subito molto criticata da commentatori politici e parlamentari statunitensi, soprattutto del Partito Democratico. Infatti, sebbene la Casa Bianca ufficialmente abbia motivato la decisione di licenziare Comey riferendosi alla sua cattiva gestione dell’indagine sulle email di Hillary Clinton, molti critici sostengono che il licenziamento di Comey sia in realtà un tentativo da parte del presidente americano di ostacolare l’indagine che l’FBI sta conducendo sui rapporti tra la Russia e alcuni membri del comitato di Trump in occasione della scorsa campagna elettorale.

“I tempi del licenziamento del direttore Comey […] sono particolarmente sconcertanti” ha detto oggi Mark Warner del Partito Democratico, vice-presidente del Comitato per l’intelligence del Senato. “Per molte persone, incluso me stesso, è difficile evitare la conclusione che la decisione del presidente di rimuovere il direttore Comey sia legata a questa indagine [tra il comitato di Trump e il governo russo]. E questo è inaccettabile”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...