19 aprile – Tony Blair

Posted by
tony-blair
foto via Rt.com

“Da sei a nove mesi da oggi, Brexit apparirà sotto una luce diversa. Quello che il primo ministro [Theresa May] arriverà a capire quando riceverà informazioni sempre più dettagliate su Brexit è che i negoziati saranno tremendamente complessi non solo in termini tecnici, ma anche politici. [Theresa May] ha bisogno di un Parlamento che difenda qualunque accordo lei presenti, o addirittura l’assenza di un accordo”

Tony Blair

In un articolo pubblicato sul sito della propria fondazione, Tony Blair, ex primo ministro del Regno Unito ed ex leader del Partito laburista inglese, ha messo per iscritto la propria opinione a proposito della decisione del governo britannico di andare a elezioni anticipate e degli scenari politici che tale decisione aprirà. Secondo Blair, il primo ministro Theresa May avrebbe chiesto al Parlamento di indire le elezioni per il prossimo giugno (anziché per la primavera del 2020, scadenza naturale della legislatura) nella speranza di sostituire l’attuale Parlamento con uno dotato di una maggioranza “più apertamente entusiasta” nei confronti di Brexit. L’articolo di Blair è stato parzialmente tradotto in italiano dal Corriere della Sera.

Se il piano di May dovesse concretizzarsi, afferma Blair, “il danno per il paese sarebbe enorme”: “Rischiamo di ritrovarci con un Parlamento squilibrato nella sua composizione, con una schiacciante maggioranza dei Tories [i membri del Partito conservatore inglese], in parte dovuta non ai meriti intrinseci di Brexit o degli stessi Tories, ma alla condizione in cui versa il Partito laburista”. Secondo Blair, il rischio che gli inglesi devono scongiurare è che May ottenga un mandato per una “Brexit ad ogni costo”. Occorre quindi che nella Camera dei comuni (la camera elettiva del Parlamento inglese) vengano eletti rappresentanti “che tengano come minimo una mentalità aperta”.

“Per questo c’è bisogno che, in ogni collegio elettorale, l’elettorato sappia qual è la posizione [su Brexit] di ogni candidato, e che la mobilitazione di migliaia di elettori in ogni collegio renda chiaro che per loro questo tema sarà determinante quando sarà il momento di votare”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...