12 aprile – Vladimir Putin

Posted by
putin-trump
foto via Newsweek.com

“Possiamo dire che il livello di fiducia, soprattutto sul piano militare, non è migliorato e anzi con ogni probabilità è peggiorato”

Vladimir Putin

In un’intervista concessa al canale tv Mir24, il presidente della Russia Vladimir Putin si è espresso in termini molto critici sullo stato delle relazioni tra Stati Uniti e Federazione Russa, ribadendo che “non ci sono prove che dietro al raid su Idlib ci sia Damasco”. Proprio l’attacco chimico nella regione siriana di Idlib e la successiva ritorsione militare degli Stati Uniti contro la base di Shayrat sono stati gli episodi alla base del rapido deteriorarsi dei rapporti tra Washington e Mosca.

Oggi c’è stata la visita del Segretario di Stato americano Rex Tillerson a Mosca. Tillerson ha incontrato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e, inaspettatamente, lo stesso Vladimir Putin: anche ore dopo l’arrivo di Tillerson a Mosca, sembrava che il presidente russo non avrebbe incontrato il capo della delegazione statunitense, a causa dei rapporti tesi tra i due Paesi.

Alla vigilia della visita di Tillerson, c’era stato una sorta di botta e risposta a distanza tra il presidente Usa Donald Trump e Vladimir Putin. Ieri, in un’intervista trasmessa sulla rete Fox Business, Trump aveva accusato l’amministrazione Putin di nascondere le prove della responsabilità di Assad per l’attacco col gas sarin di Khan Shaykhun, definendo il presidente siriano “un animale”.

La replica del presidente russo non si era fatta attendere. Durante una conferenza stampa insieme al presidente italiano Sergio Mattarella, che ieri era in visita al Cremlino, Putin ha affermato: “Tutto ciò mi ricorda molto gli eventi del 2003, quando i rappresentanti degli Stati Uniti nel Consiglio di sicurezza dell’Onu mostrarono le presunte evidenze di armi chimiche nascoste in Iraq. La stessa cosa sta accadendo ora. ‘It’s boring, ladies’: abbiamo già assistito a tutto ciò”.

Rispondi