6 aprile – Bekir Bozdağ

Posted by
eyb8_r_
foto via Twitter

“I risultati delle autopsie confermano che sono state usate armi chimiche”

Bekir Bozdağ

Le agenzie riportano le parole del ministro di giustizia turco, Bekir Bozdağ, che ha comunicato gli esiti delle autopsie su tre siriani rimasti mortalmente feriti nell’attacco di Khan Sheikhun e trasportati nella regione di Adana, in Turchia. Gli esami sono stati svolti da agenzie internazionali, la World Health Organization e la Organisation for the Prohibition of Chemical Weapons (OPCW).

Il ministro turco ha parlato, scrive il The Guardian, poco dopo che il governo siriano aveva respinto le accuse di aver partecipato all’attacco aereo. “L’esercito siriano arabo non ha mai usato armi chimiche e non userà mai armi chimiche contro i siriani e neppure contro i terroristi”, aveva dichiarato il ministro degli affari interni siriano, Walid Muallem.

I risultati delle autopsie sono importanti per l’indagine dell’Onu, il cui alto rappresentante per il disarmo, Kim Won-soo ha detto ieri: “Se confermato, questo sarebbe il più vasto attacco singolo con armi chimiche in Siria, da quello a Ghouta nell’agosto del 2013”. Gli esami, infatti, si aggiungono alle testimonianze e alle prove già raccolte che sembrano confermare che l’attacco sia avvenuto con l’agente nervino sarin.

2 comments

Rispondi