4 aprile – Federica Mogherini

Posted by
15457898151_be5176eed4_k
foto via Europeanwesternbalkans.com

“Esprimiamo tutto il nostro dolore per la notizia del terribile attacco a Idlib con armi chimiche, il peggiore dei crimini di guerra. Chiunque sia il responsabile di ciò deve essere chiamato a risponderne. […] L’impunità non è un’opzione”

Federica Mogherini

Più di sessanta persone sono state uccise in un bombardamento chimico avvenuto questa mattina nel nord-ovest della Siria, nella città di Khan Sheikhun (provincia di Idlib). I feriti sono più di cento, alcuni in condizioni critiche: come spiega il Post, non è ancora chiaro quali sostanze siano state impiegate nell’attacco, ma i sintomi presentati dalle persone colpite hanno spinto molti a ipotizzare che si tratti di gas sarin, un tipo di gas nervino. Poche ore dopo il primo attacco, un ospedale di Khan Sheikhun che stava curando i feriti è stato bombardato. L’ong Save the Children ha riportato che tra le vittime ci sono almeno 11 bambini. Si ritiene che l’attacco di Idlib (regione controllata dai ribelli siriani) sia stato compiuto da aerei del regime del presidente Bashar al Assad.

Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri, ha dichiarato che per i responsabili “l’impunità non è un’opzione, soprattutto quando davanti agli occhi abbiamo quello a cui stiamo assistendo”.

“In questo ultimo attacco, decine di bambini sono stati intossicati fino a morire mentre dormivano”, ha detto Ahmad Tarakji, capo della Syrian American Medical Society (Sams), associazione a sostegno degli ospedali nelle regioni siriane controllate dai ribelli. “Ciò dovrebbe colpirci al cuore della nostra umanità. Per quanto tempo ancora il mondo si rifiuterà di rispondere a questi crimini atroci?”.

8 comments

  1. Sembra che appartenessero ai ribelli i gas…http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/04/05/siriacolpito-arsenale-chimico-ribelli_046cc687-1268-4288-b753-22b0bfcd418f.html

      1. Senza dubbio, ma l’attendibilità di un fatto, sai meglio di me, a volte è difficile da stabilire nell’immediato. Pensa alle alle fonti che sostenevano che l’Iraq aveva armi di sterminio di massa che hanno condotto ad una sanguinosissima guerra che deve ancora finire per gli iracheni. Le fonti sembravano attendibili. Ritengo che un ministro come la Mogherini dovrebbe essere un poco più sicura nelle sue affermazioni. Si rischia di essere ritenuti superficiali in caso di errore.

Rispondi a natipervivereblog Annulla risposta