2 aprile – Michael Howard

Posted by
lord_howard_3093058b
foto via Telegraph.co.uk

“Esattamente trentacinque anni fa, un’altra donna prima ministra mandò nell’altra metà del mondo una task force per difendere la libertà di un altro piccolo gruppo di britannici contro un altro paese ispanofono, e sono sicuro che la nostra attuale prima ministra mostrerà la stessa risolutezza nel supportare la popolazione di Gibilterra”

Michael Howard

In un’intervista a Sky News, l’ex-leader del Partito conservatore inglese Michael Howard, ha suggerito che Theresa May, attuale primo ministro del Regno Unito, sarebbe disposta a risolvere “la questione Gibilterra” militarmente, seguendo l’esempio di Margaret Thatcher nella guerra delle Isole Falkland (o Isole Malvine) contro l’Argentina. Nella bozza delle linee guida dell’Unione Europa per le trattative sulla secessione del Regno Unito, presentata venerdì scorso da Donald Tusk, vi è infatti un articolo riguardante Gibilterra: “Dopo che il Regno Unito avrà lasciato l’Unione Europea, nessun accordo tra l’Ue e il Regno Unito sarà applicato al territorio di Gibilterra senza un accordo tra il Regno di Spagna e il Regno Unito”. In altri termini, viene assegnata alla Spagna la facoltà di porre il veto su qualsiasi accordo stipulato da Regno Unito e Unione europea che riguardi Gibilterra.

1280px-location_gibraltar_eu
foto via Wikipedia.org

Gibilterra è una piccola città che si trova geograficamente sulla costa meridionale della Spagna (si affaccia sullo stretto omonimo che separa il Mediterraneo dall’Oceano Atlantico), ma che formalmente fa parte del Regno Unito dal 1713. Da allora la Spagna non ha mai nascosto l’intenzione di riprendere possesso della regione. Il documento sulle procedure per Brexit non è definitivo e deve ancora essere passato al vaglio dei 27 Stati membri; nondimeno, l’articolo su Gibilterra è stato accolto con sorpresa nel Regno Unito. Questa mattina, Theresa May ha contattato Fabian Picardo, primo ministro di Gibilterra, assicurando “il risoluto supporto del Regno Unito alla gente e alla comunità di Gibilterra”. Nel mentre, il leader dei democratici liberali, Tim Farron, ha commentato le parole di Howard sottolineandone il carattere bellicoso e anti-diplomatico: “In soli pochi giorni la destra conservatrice sta già trasformando alleati di lungo corso in potenziali nemici. Spero che questo non sia un segno dell’approccio del governo alle lunghe trattative che ci aspettano”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...