21 marzo – Raffaele Cantone

Posted by
image
foto via Espresso.repubblica.it

“Mi pongo una domanda, anche se non sono in grado di dare una risposta: una legalizzazione di una droga controllata, anche nelle modalità di vendita, non potrebbe avere effetti migliori rispetto allo spaccio che avviene alla luce del giorno nella totale e assoluta impunità e che riguarda amplissime fasce della popolazione giovane?”

Raffaele Cantone

Il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) Raffaele Cantone si è dichiarato favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere e ha condannato “l’ipocrisia” con la quale la politica italiana evita di affrontare l’argomento. “È un po’ un’ipocrisia all’italiana” ha affermato Cantone, partecipando al forum web “Viva l’Italia” di Agi. “Ci nascondiamo dietro il proibizionismo sapendo che quelle norme sul proibizionismo servono a riempire le carceri, di extracomunitari in gran parte, e nessuno si preoccupa del perché il fenomeno cresce”.

La presa di posizione di Cantone è stata criticata da Maurizio Lupi, capogruppo di Area Popolare alla Camera dei deputati. “L’ipocrisia non è lo spaccio quotidiano che non viene represso” ha detto Lupi, “l’ipocrisia è continuare a illudere giovani e famiglie dicendo che la vendita controllata della droga renderebbe innocua una sostanza che invece gli rovina la vita”. Il segretario di “Possibile”, Pippo Civati, ha invece definito le dichiarazioni del capo dell’Anac “parole di buon senso“: “Mi chiedo cosa ne pensino il premier e gli aspiranti segretari del partito di maggioranza relativo [il Partito democratico]” ha continuato Civati. “È un argomento considerato ancora di nicchia nonostante sia all’attenzione del Parlamento da tempo. […] La verità è che l’ipocrisia, il pregiudizio e l’ignoranza mantengono illegale una sostanza che non fa bene per forza, ovviamente può fare male, soprattutto in presenza di un abuso, ma che non fa più male di altre sostanze che sono perfettamente legali”.

Domani verrà riesaminata dalle commissioni Giustizia e Affari sociali della Camera dei deputati la proposta di legge sulla legalizzazione della cannabis, firmata tra gli altri dallo stesso Civati e dal presidente della Camera Roberto Giachetti (qui la sintesi di Agi del contenuto della proposta).

11 comments

    1. Sono d’accordo con te. In Italia non siamo molto bravi a tenere sotto controllo le cose quindi mi spaventa il fatto che rendendo legale queste droghe leggere si possa poi scaturire in problemi ben più grandi perchè questa vendita non viene controllata nel modo giusto. Un pò come quando si vende alcool ai minorenni.

      Mi piace

      1. In ogni caso credo che al punto in cui siamo, sia necessario correre il rischio e legalizzare. Sulla questione alcool ai minorenni, visto è possibile controllarne il commercio, occorrerebbe essere inflessibili e dare multe salatissime, spesso per ottenere bisogna toccare la tasca, il denaro

        Liked by 1 persona

    2. Il modello olandese dimostra che la legalizzazione non produce necessariamente effetti deleteri sui consumi. Si potrebbero finanziare politiche di prevenzione ed informazione, soprattutto sui più giovani, coi proventi della tassazione (tra l’altro è quanto previsto dalla proposta di legge che è stata presentata, speriamo non si areni in Parlamento)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...