5 marzo – Emma Watson

Posted by
aptopix_world_premiere_of__beauty_and_the_beast__-_arrivals_92369_c0-158-3000-1907_s885x516
foto via Washingtontimes.com (Jordan Strauss/Invision/AP)

“Il femminismo si occupa di dare alle donne possibilità di scelta. Il femminismo non è un bastone con cui picchiare altre donne: si occupa di libertà, liberazione, uguaglianza. Non so proprio cosa c’entrino le mie tette con tutto ciò. Sono confusa”

Emma Watson

L’attrice inglese Emma Watson ha risposto alle critiche sollevate da alcuni commentatori in seguito alla pubblicazione di un servizio a lei dedicato sulla rivista americana Vanity Fair. In una delle foto che accompagnano il servizio, realizzato dal giornalista Derek Blasberg e dal fotografo Tim Walker, Watson posa a torso semi-nudo, con il busto coperto solo da un coprispalle traforato. Alcuni critici, tra cui la giornalista radiofonica Julia Hartley-Brewer, hanno sostenuto che farsi fotografare in pose di questo genere danneggerebbe la credibilità delle iniziative femministe in cui l’attrice è famosamente impegnata.

Watson si è detta “tranquillamente sbalordita” dalla vicenda. L’attrice, che presto tornerà nelle sale cinematografiche con il film Disney Beauty and the Beast (remake in live action dell’omonimo film di animazione del 1991), è dal 2014 ambasciatrice di UN Women, l’ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere. È inoltre tra le promotrici dell’iniziativa HeForShe, una campagna di solidarietà che ha l’obiettivo di coinvolgere anche gli uomini e i ragazzi nelle battaglie a difesa dei diritti delle donne.

6 comments

      1. L’esibizione del nudo come atto di contestazione non ha mai premiato, le Femen sono imploso. Una persona che sostiene il femminismo deve tener conto di questa realtà.

      2. Però in quel contesto Watson non stava facendo attivismo. Era un servizio fotografico artistico

Rispondi