4 marzo – Michelle O’Neill

Posted by
sinn-fein-front
foto via Independent.co.uk (Getty Images)

“I nostri voti sono cresciuti. Penso che sia perché la gente sa che ci sono delle cose da fare. Il popolo si è espresso, ora sta a noi metterci al lavoro per sistemare ciò che è sbagliato ed esaudire i desideri dei cittadini”

Michelle O’Neill

Alle ultime elezioni per il parlamento dell’Irlanda del Nord, tenutesi giovedì scorso, il partito indipendentista Sinn Fein (“Noi stessi” in lingua irlandese) ha conseguito il suo miglior risultato: ha ottenuto 28 seggi, uno solo in meno rispetto al Democratic Unionist party (DUP), arrivato primo di misura. Il risultato di queste elezioni (indette anticipatamente in seguito allo scioglimento del precedente governo) ridisegna gli equilibri politici all’interno del parlamento: Sinn Fein, partito cattolico guidato dalla quarantenne Michelle O’Neill e sostenitore dell’unità dell’Irlanda, è passato dal 25 al 30%, mentre il DUP, protestante e unionista (cioè difensore della permanenza dell’Irlanda del Nord nel Regno Unito), è sceso dal 35% delle elezioni precedenti al 31%.

DUP e Sinn Fein dovranno ora cercare di formare un governo di coalizione entro tre settimane. Se, passata la scadenza, i due partiti non avranno raggiunto alcun accordo, saranno indette nuove elezioni oppure, in alternativa, potrà essere temporaneamente imposta la “direct rule”, cioè il governo diretto da parte del parlamento del Regno Unito.

Rispondi