14 febbraio – Michael Flynn

Posted by
76533dd0-f1ad-11e6-8a92-5a4126ffa8eb_1280x720
foto via Scmp.com

“Purtroppo, a causa del rapido svolgersi degli eventi, ho inavvertitamente riferito al vicepresidente eletto e ad altri informazioni incomplete a proposito delle mie telefonate con l’ambasciatore russo. Mi sono scusato con il presidente e con il vicepresidente, e hanno accettato le mie scuse.

Nel corso degli oltre trent’anni della mia onorevole carriera militare, e del mio incarico di consigliere per la sicurezza nazionale, ho sempre compiuto i miei doveri con la massima integrità e onestà possibile nei confronti di chi ho servito, incluso il presidente degli Stati Uniti.

Presento le mie dimissioni, onorato di aver servito la nostra nazione e il popolo americano in maniera così illustre”

Michael Flynn

Con queste parole, l’ex generale Michael Flynn si è dimesso dall’incarico di consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca. Flynn è sotto indagine da parte dell’FBI per aver discusso, il 29 dicembre 2016, con l’ambasciatore della Russia negli Stati Uniti delle sanzioni imposte alla Russia dall’amministrazione Obama. Come spiega il Post, l’ex consigliere della Casa Bianca potrebbe aver violato il Logan Act, una legge del 1799 che vieta ai privati cittadini (come era Flynn il 29 dicembre, dal momento che a quella data l’amministrazione Trump non si era ancora insediata) di concludere accordi o di discutere di questioni diplomatiche con rappresentanti di paesi stranieri al posto del governo degli Stati Uniti.

Secondo alcuni funzionari governativi che hanno parlato col Washington Post, Flynn, durante una serie di conversazioni telefoniche avute con l’ambasciatore russo Sergey Kislyak il 29 dicembre, promise a Kislyak che la futura amministrazione Trump avrebbe rimosso le sanzioni annunciate quello stesso giorno dal governo di Barack Obama in risposta al coinvolgimento della Russia negli attacchi informatici contro il Partito democratico. In diverse occasioni, il vicepresidente Mike Pence aveva negato pubblicamente che Flynn e Kislyak avessero discusso delle sanzioni. L’FBI sta cercando di capire chi, oltre a Flynn, fosse effettivamente a conoscenza del contenuto di quelle telefonate all’interno dell’attuale amministrazione degli Stati Uniti.

 

2 comments

  1. Parole loro!
    Ho dato una breve lettura al tuo blog è senz’altro una sfida ma queste Parole loro riportate freddamente possono a mio avviso sovrapporsi alle notizie Ansa…
    Mi permetto questa osservazione per aver lavorato svariati anni in un quotidiano online di politica e forse anche per questo ho scelto per il mio blog ha un’alternativa più empatica.
    Ti ringrazio molto della tua attenzione e spero che vorrai perdonare o anche se credi cancellare questo mio commento che non vuole essere assolutamente offensivo.
    Sherazade

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...