10 febbraio – Cédric Herrou

Posted by
5077534_6_ceaa_2017-02-08-314cc08-5601216-01-06_47f350828f8d2c96b03ce6dd5df63402
foto via Lemonde.fr (Valéry Hache / Afp)

“Non ci fermeremo per le minacce di un prefetto né per gli insulti di un paio di politici, continueremo a fare quello che è necessario continuare a fare”

Cédric Herrou

Il tribunale di Nizza ha condannato Cédric Herrou, un contadino francese che vive nella val Roia, a pagare una multa di tremila euro con la condizionale per aver aiutato dei profughi con status irregolare ad attraversare il confine tra Italia e Francia. Herrou era anche accusato di avere occupato, nell’ottobre 2016, un centro vacanze dismesso a Saint-Dalmas-de-Tende (sulle Alpi Marittime) per farvi alloggiare una cinquantina di eritrei, e di avere favorito il soggiorno e la circolazione in territorio francese di migranti irregolari. Per questi altri capi di imputazione Herrou è stato però assolto. Rischiava fino a cinque anni di detenzione e una multa di trentamila euro.

Herrou si è detto soddisfatto della decisione del tribunale, e ha dichiarato che “continuerà ad agire”. Il processo contro l’agricoltore francese era iniziato il 4 gennaio. Durante l’udienza, aveva spiegato: “Lo faccio perché ci sono delle persone che hanno un problema. Ci sono delle persone che sono morte sull’autostrada, ci sono delle famiglie che soffrono. C’è uno Stato che ha posto delle barriere ai propri confini e che non si interessa di gestirne le conseguenze”.

Rispondi