6 febbraio – Julian Assange

Posted by
assange
foto via Lindro.it

Gli Stati Uniti si sono sempre comportati come una potenza imperialista. Qual è il ruolo del presidente? Rappresentativo. Sotto la direzione di un uomo di colore, istruito e cosmopolitca come Barack Obama il governo degli Stati Uniti non sembrava ciò che è. Con Barack Obama sono stati deportati più immigrati che in qualsiasi altro governo e le guerre sono passati da due a otto […] 

I democratici, quando sono all’opposizione, possono diventare una forza che limita e controlla il governo. Ma quando arrivano alla presidenza e alle cariche più importanti si confondono con le istituzioni. Il governo di Obama era un lupo travestito da pecora. Il governo di Trump è un lupo con la pelle da lupo. È più facile affrontare un lupo, che non si traveste”

Julian Assange

Julian Assange, giornalista e cofondatore dell’organizzazione WikiLeaks, ha rilasciato un’intervista alla rivista argentina Página/12, in cui si è pronunciato su una serie di temi di attualità. A proposito delle recenti elezioni statunitensi, Assange ha ribadito che le email trafugate al Partito democratico non sono state fornite a WikiLeaks da fonti russe, e ha assicurato che l’organizzazione pubblicherà anche documenti relativi all’amministrazione Trump. Secondo Assange, WikiLeaks non ha voluto favorire la vittoria di Donald Trump, ma ha voluto contribuire alla sconfitta di Hillary Clinton e allo smantellamento della sua rete di potere a Washington.

Assange ha anche parlato del caso di Chelsea Manning, la militare e attivista statunitense condannata a 35 anni di carcere per reati contro la sicurezza nazionale a cui l’ex presidente Barack Obama ha concesso la grazia. La sua condanna, ha detto Assange, doveva essere esemplare, così che “gli impiegati del governo degli Stati Uniti avessero paura di diffondere informazioni sugli abusi delle forze armate”. Obama le avrebbe concesso la grazia “perché è un politico. È uno dei presidenti che ha concesso meno grazie nella storia. Ha graziato John Kiriakou, l’ex-agente della CIA che ha denunciato il programma di torture dell’agenzia? […] Ha graziato Edward Snowden? Ha graziato me? […] Obama ha dovuto dare qualcosa al suo elettorato democratico, alla sinistra del partito che stava facendo campagna su questi temi”.

Julian Assange si trova dal 2012 nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, con lo status di rifugiato politico.

 

Rispondi